Riapre il teatro Altrove a Genova

Riaprirà a breve il Teatro Altrove che accoglierà il pubblico nello spazio polivalente all’interno di palazzo Fattinanti-Cambiaso, in piazza Cambiaso.

Torna fruibile per la cittadinanza per riprendere il dialogo che si era interrotto prima della pandemia, anche per lavori di adeguamento impianti.

advertisement

Nel caso delle piccole realtà teatrali, l’impatto sul territorio è particolare, non solo un contenitore di spettacoli, ma anche un punto di incontro, di scambio, di socializzazione in un Quartiere, quello della Maddalena, che ha visto ultimamente i cittadini lamentarsi per la movida chiassosa e la delinquenza notturna.

«Sono felice di poter riaprire e far rivivere questo meraviglioso spazio, insieme all’amico e partner Diego Dettori e alla cooperativa il Fabbro, con cui lavoreremo per ricondurre anche il mondo culinario a quel valore culturale che caratterizzerà tutte le nostre proposte – dice il direttore di Sarabanda, Boris Vecchio – Anche in questa avventura Sarabanda porterà la propria essenza, fatta di un’esperienza trentennale nel campo dello spettacolo dal vivo, partendo dal nostro territorio per arrivare all’internazionale, collaborando con diverse realtà».

Dalla sinergia tra Sarabanda e Il Fabbro nasce dunque TIQU/Teatro Internazionale di Quartiere, un progetto di respiro internazionale pensato sul territorio e per il territorio.

La cultura e lo spettacolo dal vivo e il mondo della ristorazione, unite definite da una impronta sociale. Un proposta che spazierà dai progetti europei a quelli di natura imprenditoriale ma con valenza socio/culturale, con l’obiettivo di creare un polo ricreativo.

TIQU sarà “un teatro abitato” e inclusivo. Oltre agli spettacoli dal vivo, Sarabanda riserverà uno spazio alle attività di SiRCUS Centro delle Arti del Circo, a cui saranno affiancate altre discipline quali il movimento creativo/danza, il teatro, la musica e la clownerie. L’attività, già in corso da alcuni anni, si articolerà su una programmazione pomeridiana e serale. Non mancheranno proiezioni cinematografiche, workshop, post scuola, eventi.

Un’attenzione particolare verrà dedicata al Circo Sociale dove in sinergia con Il Fabbro si lavorerà a un piano di formazione lavoro, con persone provenienti da luoghi e contesti differenti, in un’ottica di valorizzazione delle risorse umane, di cura, dignità e senso di appartenenza.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto