Sciopero Generale: in corteo dal terminal traghetti

Aggiornamento delle ore 13.00: il corteo è arrivato in Piazza Verdi dalla Stazione Brignole, sotto la sede di Confindustria. Sono stati lanciati Fumogeni e alcuni cassonetti dell’immondizia sono stati lanciati in mezzo alla strada ma, per il momento, non si sono verificati episodi di violenza o intemperanza.

La componente “no green pass”, quella che desta più preoccupazione visti i conflitti creati sabato in varie città italiane, si trova davanti al palazzo della Prefettura per ora in stato pacifico.

advertisement

Aggiornamento delle 10.30: Sono 3000 persone che hanno aderito allo sciopero generale.

Gli aderenti di Genova Antifascista, Calp, SìCobas, Usb stanno procedendo sulla sopraelevata mentre in via Buozzi troviamo una componente che comprende la destra e i no green pass: Libera Piazza Genova, Cobas, ItalExit. Al momento questa seconda tranche del corteo è più numerosa.

Risultano bloccate le autostrade per arrivare a Genova.

Doveva partire alle 9 di questa mattina il corteo di lavoratori dal Terminal traghetti alla sede genovese di Confindustria. Un migliaio di persone sono tuttora al Terminal in attesa della partenza.

E’ previsto il percorso sulla sopraelevata con conseguenti problemi per la viabilità. Uno spezzone del corteo sarà gestito dal comitato Libera Piazza Genova. Un altro spezzone sarà quello dei centri sociali con in testa i militanti del centro sociale Terra di nessuno recentemente sgomberato.

La manifestazione è stata organizzata dai sindacati di base nell’ambito dello sciopero generale per protestare contro le politiche del governo Draghi in tema di sicurezza e salute sul lavoro, salari, lavoro precario e licenziamenti. A Genova ad organizzare la protesta sono Usb, Cobas, Sicobas, Cub e Orsa. Sono presenti al corteo anche rappresentanti del No green pass anche se, gli organizzatori, dichiarano di non essere contrari al green pass ma richiedono i tamponi gratis per poter accedere ai luoghi di lavoro.

I portuali del Calp hanno  bloccato i varchi di accesso al porto provocando  problemi al traffico specialmente tra lungomare Canepa e Di Negro e all’altezza dell’elicoidale.

Il servizio Amt è garantito garantito dalle 6 alle 9 e dalle 17.30 alle 20.30. Per quanto riguarda il trasporto provinciale il servizio sarà garantito dalle 6 alle 9 e dalle 17 alle 20 mentre il personale delle biglietterie si asterrà dal lavoro dalle 9 alle 16.30.

La testa del corteo è tenuta dai lavoratori autonomi del porto. Il corteo è partito alle ore 10.13. Una parte dei lavoratori sta procedendo verso il centro su Via Milano mentre una ulteriore parte è salita in sopraelevata.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto