Proroga del bonus 110%

Nella bozza della legge di bilancio per il 2022 si legge che il superbonus del 110% sui lavori di adeguamento energetico verrà probabilmente prorogato fino al 2023 e riguarderà i condomini ma non le villette unifamiliari.

Fabio Tosi, capogruppo in regione del M5S ha così commentato: “Ritengo assurdo, per un territorio come quello italiano e in particolare per quello ligure, composto da milioni di case unifamiliari e/o bifamiliari dal rischio sismico elevato in alcune zone, che il Governo non estenda a tutti questa opportunità che avvantaggia tutti e non danneggia nessuno. Il Superbonus 110% è una misura che è stata ideata ed è diventata realtà grazie al MoVimento 5 Stelle. Questa misura significa crescita, aumento del Pil (12 miliardi stimati solo nel 2021, secondo lo studio del CNI) ed è un’occasione per le aziende di poter lavorare e assumere (153mila nuove assunzioni stimate per l’anno in corso). Ridurre  il Superbonus significa venire meno agli impegni presi prima di tutto nei confronti delle nuove generazioni nella lotta contro il riscaldamento globale. Significa tornare indietro, quando migliorare le condizioni della propria casa era una cosa da ricchi e molto spesso favoriva il mercato nero per ottenere un piccolo sconto sul prezzo finale. Siamo ancora in tempo per i correttivi e dunque invito i colleghi consiglieri di tutte le forze politiche che siedono in Regione Liguria, a prendere posizione e a sostenere a gran voce questa misura utile a cittadini, imprese e Stato. E soprattutto, invito il presidente della Giunta – grande sostenitore del Governo Draghi – nell’interesse di Regione Liguria, delle imprese del territorio e dei liguri, a esortare il Governo al fine di allargare il Superbonus a tutte le unità abitative nella Legge di Bilancio in discussione”.

advertisement

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto