GENOA, UN PUNTO “COL TACCO”

Una prodezza nei minuti iniziali di Mattia Destro (intuizione con colpo di tacco a sorprendere Consigli) permette al Genoa del negativizzato Shevchenko di strappare un punto importante su un campo difficile come quello del Sassuolo. In attesa di tempi migliori i rossoblu (ieri in grigio) sicuramente non incantano, ma badano al sodo, difendono a lungo la rete del vantaggio e poi , dopo l’1-1 firmato dal nazionale Berardi, lottano per portarsi a casa un pareggio che muove la classifica a pochi giorni dal fondamentale match salvezza contro lo Spezia al Ferraris.  Bene lo svizzero Hetfli all’esordio così come l’intera difesa e il decisivo Sirigu. Davanti pochi palloni giocabili per Destro ed Ekuban così come per i subentrati Pandev e Caicedo. L’anello debole è apparso il centrocampo con Hernani, Portanova e Badely tutt’altro che brillanti. Per quel che riguarda la prodezza di Destro (9 gol in 13 presenze) negli occhi dei tifosi più esperti sono tornate in mente le reti di Nicola Zanini all’Empoli o di Raffaele Palladino alla Fiorentina di qualche anno addietro. Il presente invece racconta di una sfida importantissima domenica con lo Spezia di Thiago Motta: Sheva recupera Sturaro e auspicabilmente qualcuno degli infortunati mentre la società continua a lavorare alacremente per ingaggiare quelle pedine indispensabili a rinforzare una squadra ancora modesta e che avrà quattro mesi e mezzo di tempo per tornare in linea di galleggiamento. Poi a salvezza raggiunta potrà partire la FASE DUE.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto