Ucraina, la testimonianza di Nikola: “preoccupato per la mia famiglia”

Regione Liguria ha assistito 17 profughi che necessitavano di cure. Intanto cresce la preoccupazione per la popolazione ucraina. Noi abbiamo raccolto testimonianza di Nikola, qui in Italia da solo mentre i suoi familiari sono in Ucraina.

Sono qui in Liguria da solo, la mia famiglia si trova in Ucraina – spiega Nikola – I russi hanno distrutto l’aeroporto di Lutsk, a 50 chilometri da dove abitano i miei familiari. In questi giorni riesco a tenermi in contatto anche se è sempre più difficile a causa della linea telefonica che non funziona bene. Speriamo che tutto questo finisca presto, se la situazione peggiora sono pronto ad andare là a combattere”.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto