Ucraina, Di Maio “Aperti a quinto pacchetto di sanzioni”

BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – “Oggi al Consiglio come Italia abbiamo chiesto di prendere un’iniziativa in merito a delle tregue umanitarie localizzate in Ucraina. Stiamo tutti lavorando a un accordo di pace e tutta la comunità internazionale è impegnata per raggiungere l’accordo fra Russia e Ucraina”.
Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, al termine della riunione del Consiglio Affari esteri. “Non possiamo costruire un cessate il fuoco generale, è ancora troppo presto e non ci sono le condizioni”, ha aggiunto. Secondo il ministro “siamo pienamente aperti, come Italia, a un quinto pacchetto di sanzioni. Ovviamente non ci sono veti da parte italiana, ma aspettiamo la proposta della Commissione europea. E’ chiaro – ha osservato – che finchè non saranno dati dei segnali di de-escalation rispetto a quello che sta facendo l’esercito russo in Ucraina, non potremmo che continuare a indebolire l’economia russa, quindi a ridurre lo spazio di manovra economica di Putin per finanziare questa guerra”. Infine Di Maio ha ribadito che “noi stiamo sostenendo tutte le azioni che l’Unione Europea deve fare nel dialogo con Mosca. Crediamo che in questo momento, quando si lavora sulla compattezza, sia molto importante costruire anche fronti comuni di dialogo. Come sempre, continuiamo nella nostra azione di cercare la pace, ma con fermezza”.
(ITALPRESS).

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto