Rinvio a giudizio per un “hater” di Matteo Bassetti

Primo rinvio a giudizio per una degli “hater” che per mesi hanno minacciato l’infettivologo del San Martino di Genova, Matteo Bassetti.

“Finalmente sono arrivati i primi risultati”, ha commentato Bassetti sulla sua pagina Facebook. Il professore universitario aveva presentato querela.
    “E’ stata notificata la prima richiesta di rinvio a giudizio – si legge nel post dell’infettivologo – per diffamazione e minacce perpetrate da uno dei soliti “Leoni da tastiera” che, nel corso di questo intero anno, hanno seminato odio nei confronti miei, della mia famiglia, dei vaccini e della scienza.
    L’ho già detto, andrò fino in fondo, non ci saranno scuse o risarcimento alcuno che potranno mai colmare quella paura e quell’apprensione vissuta da me e dalla mia famiglia. Viva la giustizia”.
    “Ammazzati o ti uccidiamo maledetto servo assassino servo del potere e avido di denaro”, aveva scritto la donna indagata.
    Bassetti aveva fotografato le minacce e aveva depositato tutto in procura. La visibilità del medico lo ha reso bersaglio di insulti e minacce. L’anno scorso era stato seguito e minacciato sotto casa mentre nelle scorse settimane lui e la moglie sono stati insultati da un gruppo di No vax in pieno centro a Genova.
    Ad agosto la polizia aveva denunciato otto persone per minacce.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto