Lo scioglimento dei ghiacci potrebbe ostacolare i traffici del porto?

Una notizia che dal tema del riscaldamento globale incide direttamente sull’economia della nostra città. E’ quanto emerso da “Italia chiama Artico”, il festival di Osservatorio Artico, primo portale italiano di informazione sul tema, organizzato nel capoluogo ligure.


    La riduzione della calotta artica potrebbe avere ripercussioni forti anche nell’economia del nostro paese perché porterà all’apertura di nuove rotte commerciali. “La rotta marittima a nord delle coste russe – spiega Leonardo Parigi di Osservatorio Artico – potrebbe ridurre di 15 giorni il tempo di transito tra Asia ed Europa. Il problema è che per Genova e l’Italia le navi, invece di fare le rotte di sud classiche, con Suez e il Mediterraneo farebbero un passaggio al largo delle coste russe, tagliando fuori completamente l’economia nazionale. È un grandissimo rischio che difficilmente avverrà in tempi rapidi ma che, prima o poi, si aprirà cambiando la realtà come la conosciamo oggi”.
    Nel corso dell’incontro si è parlato anche di “Nuove rotte artiche: rischio o opportunità?” analizzato dal punto di vista della rotte globali e dei porti, dell’energia, ma anche della diplomazia dei ghiacci che vive un momento complesso a causa delle ripercussioni del conflitto in Ucraina.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto