Processo Morandi, 202 parti civili ammesse, tra cui il comitato vittime

 Il collegio presieduto dal giudice Lepri ha escluso 502 parti civili dal processo per la strage del Ponte Morandi, il cui crollo, il 14 agosto del 2018, ha portato alla morte di 43 persone.

Accolta invece la richiesta di costituzione del Comitato parenti delle vittime, che in precedenza era stato escluso. Una notizia che ha provocato commozione in aula fra i famigliari presenti per seguire l’udienza. Tra loro un abbraccio liberatorio, per una decisione attesa da mesi.

Le parti civili ammesse sono circa 220.L’udienza è stata interrotta per mezz’ora per consentire ai legali di visionare le liste delle parti civili ammesse e non.

Possetti: “Decisione giusta e doverosa”

Egle Possetti, portavoce del Comitato, ha commentato: “Grandissima soddisfazione per questa decisione. L’ammissione come parte civile del Comitato è giusta e doverosa. E rappresenta un precedente importante anche per altri processi e comitati simili al nostro. Vogliamo ringraziare per il grande lavoro svolto il nostro avvocato Raffaele Caruso”. Caruso, appena arrivato in aula, ha abbracciato i famigliari presenti e anche lui è esploso in pianto.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto