Manovra per Ansaldo Energia, aumento di 550 milioni

Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo Energia ha definito le linee guida della proposta di manovra finanziaria e di rafforzamento patrimoniale che sono state illustrate ad azionisti e banche.


    Prevedono, tra l’altro un rafforzamento patrimoniale da realizzare mediante un aumento di capitale per circa 550 milioni, comprensivo della conversione in equity del prestito soci erogato dal socio Cassa depositi e prestiti, sia della quota capitale, pari a circa 200 milioni, sia degli interessi maturati, pari a circa 50 milioni.


    Prevista l’estensione al 2027 della scadenza attualmente fissata al 2023 delle linee di credito bancarie in pool, con connesso adeguamento dei relativi parametri finanziari e con il mantenimento delle linee per cassa e per firma in essere.
    Inoltre prevista l’estensione al 2028 della scadenza del prestito obbligazionario attualmente fissata al 2024. L’invio agli azionisti e l’incontro con le banche del pool di oggi sono avvenuti nell’ambito delle attività per la negoziazione e definizione della manovra di rimodulazione dell’indebitamento finanziario e di rafforzamento patrimoniale, a sostegno dell’esecuzione del nuovo Piano Industriale

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto