Morto Mario Andreoli l’ideatore del presepe di manarola

E’ morto, all’età di 94 anni, Mario Andreoli, l’uomo che ha ideato e costruito il presepe luminoso di Manarola alle Cinque Terre, conosciuto in tutto il mondo.

Nel 1961 ricevette dal padre, sul letto di morte, il compito di rimettere in sesto una croce che sorgeva sulla Colline delle Tre Croci, su un terreno di loro proprietà, al di sopra del borgo.

Decise poi di illuminarla con alcune lampadine alimentate da una batteria d’auto. Poi gli venne l’idea di creare una Natività. Aggiungendo ogni anno nuove figure, realizzate con materiale di recupero altrimenti destinato alla discarica, costruì un presepe luminoso che sarebbe stato il più grande al mondo per alcuni anni.
    L’opera arrivò a contarne 250 per oltre 15mila lampadine a partire dagli anni Ottanta, quando Andreoli andò in pensione dal suo lavoro di ferroviere. La festa per l’accensione organizzata ogni 8 dicembre era diventata un vero e proprio evento capace di richiamare visitatori da tutto il nord Italia e non solo. Un rito che non si è mai interrotto, neanche negli anni della pandemia, quando il presepe luminoso non aveva smesso di arricchirsi. Nel 2020 Andreoli aveva aggiunto un sanitario inscritto in un cuore rosso. Quest’anno non aveva presenziato, per la prima volta, all’accensione, per motivi di salute. Anni fa è nata l’Associazione Presepe di Manarola Mario Andreoli che porterà avanti il suo lavoro.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto