Soggiorni invernali, Liguria in crescita

 Secondo una recente ricerca di Wonderful Italy, azienda italiana di ospitalità, gli ospiti prenotati al 23 dicembre per le vacanze natalizie in tutto il Paese sono 6.000, ben il 50% in più rispetto ai 4.000 del dicembre 2021. Aumentano anche le notti vendute che passano da 9.000 a 12.000.La particolarità che emerge dai dati è che quest’anno non sono in crescita solo le mete cittadine maggiormente associabili a un soggiorno invernale come Torino, Bologna e Napoli ma si segnalano importanti balzi in avanti di destinazioni universalmente associate a un turismo più estivo come Genova e la Liguria.

“La riscoperta delle mete estive in inverno è la dimostrazione che la destagionalizzazione è possibile. Evitare che i flussi turistici si concentrino esclusivamente in alta stagione giova sia all’economia delle comunità locali, sia al territorio. Perché vuol dire tenere attivo l’indotto del turismo anche nei mesi invernali da un lato ed evitare che il territorio subisca arrivi di massa concentrati in poche settimane, dall’altro”, sottolinea Michele Ridolfo, Ceo e cofounder di Wonderful Italy. Guardando i dati nel dettaglio, Torino è la destinazione con l’incremento maggiore: quasi il 70% in più di notti vendute a dicembre 2022 rispetto allo stesso periodo 2021. Spostandoci invece al sud, è Palermo la meta più gettonata con 1500 notti vendute nel mese in corso rispetto alle 900 di dicembre 2021. Genova e Bologna registrano un incremento delle notti vendute questo mese del 20% e raggiungono in entrambe le città la quota di 2400 notti. Più contenuto l’aumento di Napoli che si ferma al 10% ma che su base annua può comunque vantare un incremento delle notti vendute del 110%.

“Dicembre è tradizionalmente un mese con afflusso moderato nel comparto degli affitti brevi. Il ‘Natale con i tuoi’, infatti, si traduce spesso nel fatto di trascorrere i giorni di vacanza presso parenti e amici. Quindi siamo particolarmente soddisfatti dei risultati raggiunti anche in questo mese, che contribuiscono a chiudere un anno da record. Le case gestite sono aumentate del 40% passando dalle 1.000 del 2021 a oltre 1.400 attuali. Sul fronte commerciale, invece, abbiamo registrato un aumento delle notti vendute da 114mila a 210mila. Per il 2023 ci aspettiamo numeri ancora più alti, anche grazie alla recenti aperture in Sardegna e sul Lago di Como”, ha concluso Ridolfo.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto