L’addio a Giulia Donato

La salma di Giulia Donato, 23enne uccisa con un colpo di pistola dal fidanzato che poi si è suicidato, sarà seppellita nel cimitero di Campomorone.

Nessun rito di commiato invece per l’assassino Andrea Incorvaia, guardia giurata di 32 anni. La famiglia ha chiesto e ottenuto il servizio funebre attraverso Amiu per conto dell’amministrazione comunale. Il corpo sarà prelevato dalle camere mortuarie e trasferito direttamente a Staglieno dove i familiari potranno assistere alla sepoltura o alla dispersione delle ceneri. 

Nel frattempo continuano le indagini degli investigatori della squadra mobile, coordinati dal sostituto procuratore Francesca Rombolà e diretti da Stefano Signoretti e Ivan Currà. Sotto esame i cellulari dei due ragazzi da cui sono state estratte le chat. Secondo quanto ricostruito finora, Giulia Donato stava cercando di chiudere la relazione caratterizzata da possessività e gelosia da parte di Incorvaia. Il 4 gennaio tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, l’uomo ha sparato alla fidanzata e poi ha rivolto l’arma verso se stesso. È stata la sorella di lui, non avendo più notizie del fratello, a recarsi nell’appartamento di via Anfossi e trovare i cadaveri dei due giovani.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa cookies per offrire una esperienza di navigazione migliore. Puoi disattivarli dal tuo browser quando desideri. Accetto Leggi tutto